Tortarovesciataall'arancio

Torta rovesciata

all'arancio

Ingredienti (per una tortiera da cm 26)

PER LA BASE:

  • 60 gr mandorle
  • 60 gr uva sultanina
  • 2 C zucchero di canna integrale
  • 1+1/2 arancio biologiche
  • 4-5 C marmellata di arance amare senza zucchero
  • TORTA:
  • 200 gr farina di avena
  • 150 gr farina di riso
  • 50 gr farina di mandorle
  • 150 gr zucchero di canna chiaro
  • 2 C semi di lino
  • 1/2 buccia di arancio grattugiata
  • 1 bustina di polvere lievitante veg
  • 160 ml succo di arancio spremuto (a me sono bastate 2+1/2 arancie)
  • 160 ml latte di avena
  • 80 ml di olio di riso

 

 

Preparazione

Come prima cosa va foderata la base della tortiera a cerniera con la carta forno, mettendo un foglio più grande della base, poi bloccare entrambe con la corona a cerniera. Attorno alla corona invece ungere con l'olio di riso, per evitare che si attacchi la torta.

 

Lavere bene le arancio, asciugarele e fare delle fettine alte circa mezzo centimetro.

 

Sul fondo della tortiera foderata, versarci in modo omogeneo lo zucchero di canna integrale, poi appoggiarci sopra le le fettine di arancio, le mandorle tagliate grossolanamente a coltello e l'uva sultanina. Poi predere le marmellata e distribuire piccole quantità in modo uniforme.

 

Mettere tutti gli ingredienti secchi in un robot da cucina mescolarli alla massima potenza e poi unirci anche gli ingredienti liquidi. Mandare al massimo il robot fino ad ottenere un impasto cremoso, che va versato dentro alla tortiera.

 

Cuocere in forno statico a 200 gradi per i primi 10 minuti, poi a 180 gradi per altri 30 minuti.

 

Lasciare raffreddare bene prima di aprire la corona della tortiera e se neccessario aiutarsi con la punta di un coltello per staccare le eventuali parti caramellate che si sono appiccicate alla tortiera.

 

Lasciare ancora raffreddare bene prima di capovolgerla sul piatto di portata, per evitare di romperla.

 

Ora appoggiare alla superficie il piatto di portata e capovolgere.

 

Lasciarla diventare fredda prima di tagliarla. In questo modo si compatta bene e i sapori saranno più intensi.